Implantologia non invasiva, le nuove tecniche

La perdita dei denti causa gravi disagi nella vita quotidiana di molte persone che sono costrette a modificare la propria socialità e le abitudini alimentari, in attesa di risolvere il problema che li affligge.

Tanti pazienti non conoscono le nuove tecniche che consentono oggi un’implantologia non invasiva.

Molti di loro, infatti, rimandano le cure e la visita dal dentista per la paura di affrontare un intervento chirurgico che immaginano doloroso e con lunghi tempi di riabilitazione. Altre persone sono scoraggiate, invece, da esperienze traumatiche del passato e da ricordi spiacevoli legati alla poltrona dello studio dentistico.

Ciò che i più ignorano è che oggi la perdita dei denti viene trattata dall’odontoiatria moderna con tecniche avanzate che:

Leggi oltre

Costo impianti dentali: stesso preventivo, due risultati diversi

Riavere denti fissi oggi è possibile grazie all’implantologia dentale.
Si tratta di un argomento ormai molto diffuso e tante sono le proposte di trattamento che vengono presentate ai pazienti.

Di fronte a questa marea di messaggi tutti uguali, molte persone realmente interessate confessano un vero e proprio disorientamento: «Vedo tante proposte, tutte simili: di chi posso fidarmi? Come riavere denti fissi? Quanto costa l’implantologia?».

In un settore sempre più “frequentato” come quello dell’implantologia non è semplice comprendere quali siano gli aspetti da valutare prima di fissare un appuntamento e, successivamente, a quali voci del preventivo fare attenzione in fase di decisione.

Leggi oltre

Implantologia: le preoccupazioni dei pazienti. Fallimento e garanzie

“Quanto dura l’impianto dentale?”

Prima di affrontare un intervento di implantologia i pazienti vogliono essere adeguatamente informati su modalità di intervento e garanzie legate alla durata del nuovo sorriso.

In molti casi l’idea di un perno in titanio inserito nell’osso mascellare o mandibolare si associa alla errata convinzione che un corpo estraneo venga mal sopportato dal nostro organismo, causando un rigetto.

In realtà il rigetto in implantologia non esiste, poiché il materiale di cui è composto l’impianto/vite è il titanio, estremamente biocompatibile con il corpo umano.

Ciò che potrebbe verificarsi, invece, è un fallimento implantare che in genere è determinato da una mancata osteointegrazione (vite in titanio e osso non si integrano tra loro).

Leggi oltre

Implantologia con poco osso, facciamo chiarezza

Il dottor Marco Parravano, implantologo dell’Aquila, ci parla delle nuove tecniche implantologiche che consentono di ridare nuovi denti fissi nell’arco della stessa giornata, anche in casi di grave atrofia ossea.
Di seguito il suo interessante contributo.

 

«Oggi in un centro moderno altamente tecnologico e specializzato è possibile riabilitare un’intera arcata dentaria in poche  ore.

Leggi oltre